Polivinilcloruro

Plastificato

Ottima resistenza all'urto, flessibile.
Scarsa restistenza allo strappo.
Non adatto allo scorrimento.
Diventa fragila da -10°C a -50°C a seconda della quantità di plastificante impiegata.
Temperatura massima di impiego prolungato con bassa sollecitazione, circa +60°C.
Basso assorbimento di umidità.
Resistente a (selezione): in parte a benzina, acidi inorganici di media concentrazione,
alcool, soluzioni saline; buona resistenza alla luce e all'invecchiamento.
Non resiste a (selezoine): solventi organici e soluzioni acquose (infragilimento), benzolo.
Tutte le caratteristiche meccaniche sono fortemente influenzate
a seconda della percentuale di plastificante impiegata.